Little boxes, little i-phones oooopppss

Ultimamente tra le più irriventi serie tv, che vi ho già segnalato, vi è sicuramente Weeds, produzione  Showtime (che trasmette tra le altre anche le splendide Califonication e True Blood).

Marchio di fabbrica del prodotto, oltre la trama e la recitazione accattivanti, è senz’altro la sigla iniziale (oggi chiamata da chi ama darsi un tono anglofono opening theme) sulle note di Little Boxes della cantautrice soul/folk americana Malvina Reynolds, nella registrazione originale nella prima stagione (che ormai mi è entrata nelle vene e canticchio di giorno e nelle notti insonni).

Si perchè nella seconda e nella terza, i produttori si sono divertiti a sperimentare proponendo altre versioni della canzone. Tra le tante degne d nota sono la storica di Elvis Costello insieme all’intepretazione romantico melodica della nuova stella della musica indipendente Regina Spektor. La più divertente è la traduzione in spagnolo del gruppo mesicano Kinky.

Pensando un pò al testo della canzone, che critica un certo stile di vita conformista, colpisce un pò la parte che dice:

“And they all play on the golf-course,
And drink their Martini dry,
And they all have pretty children,
And the children go to school.
And the children go to summer camp
And then to the university,
And they all get put in boxes
And they all come out the same”

Il problema è che leggendo queste righe quasi quasi non sembra poi tanto male. Beh scusate riportando alla società di oggi preferireste nel testo:

Tutti vanno alla palestra Virgin? Dove possono vedere la tv anche sulla cyclette, mentre guardano la mail sull’iphone. Almeno il golf  è all’aria aperta (vero che l’inquinamento….)

E bevono la Red Bull? Almeno il Martini è sempre il Martini.

O ancora che i figli vadano a Camp Rock? O al liceo di High School Musical? Alla fine l’università non è mica troppo male come non-prospettiva.

Mi sa che sono diventata conformista. Poco male tanto non ho figli.

Annunci

7 risposte a “Little boxes, little i-phones oooopppss

  1. O al liceo di High School Musical? Alla fine l’università non è mica troppo male come non-prospettiva.

    Tanto non avevi speranze di ottenere il ruolo principale assieme a Troy.

    (ps. pare una serie interessante, stanotte cerco le puntate)

  2. aaaahhhhh! chi lo vuole troy!!! io ho in mente ancora Patrick Swayze ….
    ps. se la trovi interessante anche dopo averla vista parliamone…

  3. Beh, in realtà ti riporto la mia conversazione di oggi.

    Zeno: Ciao wiki, mi hanno parlato di una serie tv chiamata Weeds, tu la conosci?
    Wikipedia: Certo. Una donna si trasferisce in una piccola città, e in seguito alla morte del marito, per mantenere il suo stile di vita, inizia a spacciare.
    Zeno: Mmh. Interessante. Va avanti.
    Wikipedia: bla bla bla Isabelle è sovrappeso e si scopre che è lesbica bla bla bla scopre di avere un tumore al seno e fa sesso con bla bla bla diventa un rabbino.
    Zeno: Ehm, forse sei andata un po’ troppo avanti.
    Wikipedia: Articoli correlati: Sindrome dei personaggi secondari.
    Zeno: Dai, dimmi anche ciò che devo pensare!
    Wikipedia: 😦

    Comunque l’ho appena trovata in streaming, e wiki non può certo sostituire un parere personale, pur considerando il suo entusiasmo.

  4. allora attendo un tuo giudizio: a me non dispiace. tra le tante serie un pò inutili almeno è diversa e sopratutto sembra “reggere” la prima stagione a differenza di altre che diventano subito noiose! Quindi:buona visione!

  5. Ho finito di guardare la prima stagione. E’ una serie elegante (si nota il marchio di fabbrica), molto scorrevole (l’ho vista tutta di fila ieri notte e nemmeno me ne sono reso conto) e libera, aperta (no, in realtà è semplicemente trattata con leggerezza). Le battute sono sagaci, l’umorismo non è mai tirato, esagerato, sporco o basso, ma p sofisticato, strapieno di citazioni, e a momenti mi ha stupito. La opening (anglofonia) della prima serie è splendida.

    Certo, sicuramente non è My name is Earl. Infatti è Gillmore Girls. Con la marijuana al posto della figlia.

    L’inquadratura finale dell’ultima puntata da sola si vale tutta la serie.

  6. approvo la tua opinione al 100% ma forse è un tantino sopra Gillmore Girls perchè secondo me è + godibile (cmq le puntate scorrono anche perchè sono incredibilmente brevi!).
    D’accordo sull’inquadratura finale..aspetta di vedere la seconda serie!

  7. Verissimo. Non mancherò di vedere le altre, non appena mi capita un’altra nottata libera. Ah, grazie per il consiglio 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...