Memorabilia del palato

L’altro giorno facendo pulizie straordinarie ( la mia camera da letto sembrava fosse stata  colpita da Katrina) ho trovato, ammucchiato e defenestrato una serie di riviste antidiluviane: vecchi Cioè (con ancora le copertine stacca-attacca), Smash hits, Silhouette e via dicendo.

Insomma quelle cose che all’università fai finta di non aver mai letto e continueresti a negare anche sotto tortura.

Ma ad un certo punto trovo un tesoro inestimabile: uno di queli vecchi allegati dei quindicinali salutisti intitolato A dieta senza sacrifici.

Tredici chili fa le avevo provate tutte (dieta del cappuccino, Beverly Hills, delle patate, dissociata etc etc), e collezionavo queste inutili e sgrammaticate pubblicazioni onde non ricorrere all’aiuto di un costoso (ma necessario, come si è rivelato in seguito) professionista.

Tra le chicche di questo fatiscente volumetto (pensate che già era economico nel 1998, quando era uscito), non ho potuto non mettervi a parte di questo incredibile suggerimento:

“Quanti piatti prevedono un soffritto? (…) Un’ottima alternativa a quello classico preparato con l’olio o con il burro (…) è la variante che utilizza  solo qualche cucchiaio d’acqua”

Io a costo mangio verdure bollite.

Annunci

4 risposte a “Memorabilia del palato

  1. Soffritto con l’acqua?????? no ti prego, meglio il digiuno…che poi, meglio qualche chiletto in più che il sacrificio disumano della dieta no? 😀

  2. A me piace una strana arte giapponese il ” chindogu. Sono invenzioni funzionant ma perfettamente inutili e pervase da uno spirito anarchico. Una di queste è la dieta basata su un’illusione ottica: si tratta di mettere uno specchio in mezzo al piatto e di riempirlo con sola mezza porzione. Solo l’occhio avrà la sua parte… intera.

  3. Ho letto Cioè…E nenche io me ne vanto e soprattutto essendo una finta magra ho tutta la collezione di quei giornali con le diete impossibili…Forse ho perso la collezione nell’ultimo trasloco. Quella del soffritto con il cucchiaio d’acqua é una delle peggio trovate della dieta scarsdale….Non mi dire che non l’hai fatta che non ci credo!!!!

  4. Non dirmi che compravi anche “Bravo”!
    Io non capivo un’acca di tedesco ma c’erano sempre articoli con foto bellissime (e anche rubriche altamente inquietanti, per non parlare del famigerato fotoromanzo finale… una vera chicca!).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...