Oooooh Wiiiii, ooh Wii, (la-la-la-la, lalalalalala)

Non amo molto i videogiochi, al massimo uso quelli semplici di FB: per quello che può valere ormai in quello che considero il paleolitico sono stata campionessa di Tetris al paese di mia nonna.

In più non ho grande confidenza con i joystick, in particolare con quelli complessi di nuova generazione e come console portatile mi sono fermata più o meno al Game Boy di prima generazione (che per inciso era fichissimo).

A casa di amici, ieri,  mi è capitato di usare per la prima volta la Wii e quindi mi sono confrontata per la prima volta con il Wiimote, una specie di telecomando bianco, già corredato di una specie di Gumbody di Meliconi e con un laccetto, forse per non perderlo (cosa che apprezzo particolarmente, visti i pomeriggi passati a cercare il telecomando della tv infilato in qualche anfratto del divano modulare color crema di mia mamma).

Ovviamente non ci ho subito capito nulla, facendo la solita figura da rincoglionita: non avevo capito che dietro anche ha un tasto, che continuavo a premere per sbaglio.

Abbiamo deciso di provare il The Beatles Rock Band che udite udite ha ben tre pezzi: un microfono, una chitarra/basso e la batteria. Per montarlo bisogna aver fatto un corso all’Ikea.

Io ovviamente che non eccello in coordinazione motoria (la marmotta della Milka andrebbe meglio di me), mi sono data al microfono: è tipo karaoke (bei tempi quelli di Fiorello con la coda di cavallo!) solo che la Wii ti valuta, come a scuola, quindi a me che sono un tipo ansiogeno mi viene anche una punta di ansia da prestazione (già di per sè presente nel karaoke normale).

Cantare è il mio forte, quindi, non mi scoraggio, guardo l’elenco delle canzoni e, panico, “Cosa scopro?”: non conosco le parole di un buon 40% dei titoli disponibili.

Qualcuno di voi già mi penserà un’ignorante ma vi assicuro che mancavano i miei cavalli di battaglia (tipo Oh Bla Di Oh Bla Da, Michelle, Penny Lane, Strawberry Fields Forever, All you need is Love, Let it be, All the lonely people, Love me do).

Ora considerando che Back to the URSS ha un fraseggio impossibile, ho ripiegato su Get BackI say yes You say no…poco male ma il dubbio che mi è venuto è: quale diavolo di criterio è stato adottato per scegliere le canzoni?

Ho visto su internet che ne hanno fatto una versione degli Aerosmith. Mi è andata bene.

ps. cmq ho fatto il 100%. tiè!

pps. se qualcuno avesse qualche dubbio sul titolo di questo post.

Annunci

Una risposta a “Oooooh Wiiiii, ooh Wii, (la-la-la-la, lalalalalala)

  1. il laccetto serve ad evitare cose così

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...