il solito lunedì mattina alle macchinette malefiche

Stamane mi fermo al semaforo e mi cercano di vendere insistentemente della mimosa. Malauguratamente anche quando scendo dalla macchina vengo assalita e circondata da un nugolo di venditori e subito il cappotto mi diventa giallo. Ma resisto.

Ora  a parte che al limite le mimose me le faccio regalare, questo inutile disturbo mattutino già mi innervosisce.

E sopratutto è un presagio della mattina infernale che mi si prospetta.

In ufficio già è un casino ma penso “E’ solo lunedì, andiamo avanti!”

Alle 11 faccio pausa e vado ai distributori automatici. Metto un euro e seleziono uno yogurt da bere probiotico, che già detta così suona una mezza schifezza. Ma che volete fare sono a dieta, e quindi mi tocca.

Gusto: muesli, perchè caffè è finito

parentesi: dovete sapere che cerco di assorbire caffeina per non addormentarmi un pò ovunque: pocket coffe, coca cola etc etc

E quindi mio malgrado, mi faccio sedurre anche da molti prodotti che sono semplicemente “al gusto di caffè” e sono stati aromazzati con un qualche prodotto di sintesi chimica. Ma ormai sono talmente assuefatta che il solo profumo dell’adorata sostanza mi attiva una risposta neuronale.

Comunque tornando a stamattina, inserisco la moneta e il prodotto cade facendo il solito tonfo sordo. Mi appresto a prenderlo e mi accorgo solo in quel momento che lo sportellino è bloccato.

Provo a forzarlo ma nulla. Lo prendo a cazzotti, scuoto la macchina e finalmente si apre un piccolissimo pertugio in cui provo a mettere il braccio. E mi resta incastrato. Lo sfilo tirando e la mano è pratica viola.

Mi arrendo e comincio ad allontanarmi, quando una ragazza si avvicina alla macchina, colpisce lo sportello prende lo yogurt e me lo allunga.

E allora lì per lì ho capito che dovevo proprio averle fatto pena. E in più avevo solo lo yogurt con cui consolarmi e al muesli per giunta. Bleah!

Annunci

8 risposte a “il solito lunedì mattina alle macchinette malefiche

  1. Quanta gente vedo che ha preso le arance scadute perché costavano meno. E la mozzarella gialla. E il sale sciacquato.

    Poi, però, cinque confezioni di Actimel.

  2. ma vuoi mettere quanto è convincente questa pubblicità????

    mica roba per dillettanti!?!?

  3. Ma le avete lette le righe piccole nella pubblicità?

  4. Ma chi era?? La figlia di Fonzie??? Io adooooorooo il gusto caffè!!! Peccato che il caffè vero non lo bevo nemmeno se me lo offrono…..

  5. fa sempre piacere leggere questi racconti di vita cotidiana 🙂

  6. tanto immagino che bevuto yogurtino magico ti sia passato lo stress da macchinainceppatacappottogiallomaledettafestadelladonna, vero?

  7. @simone.liuzzi mi faccio distrarre dalla musichetta 😉
    @martina in effetti poteva essere: alla banana aveva sostuito i rasta
    @afovidius 🙂
    @metropoleggendo tutto il mio corpo si è di colpo rigenerato: le mie difese immunitarie sono risorte e il mio ventre è diventato di colpo piatto come Cindy Crawford (o Britney non so di qualche generazione tu sia)

    Buoni yogurtini a tutti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...