Concorsando

Da poco mi sono confrontata (di nuovo mio malgrado) con uno dei peggiori spauracchi del giovane disoccupato: il concorso pubblico.

E per dare un pò di solidarietà a coloro che come me in questi giorni stanno consumando le loro giornate tra fotocopie, bollettini e raccomandate con ricevute di ritorno (che probabilmente, visti i tempi, tornano a dorso di mulo), ho pensato di riflettere un pò su questa sindrome moderna.

Il decorso della malattia infatti è assai lungo: il calvario inizia quando si comincia a vociferare che ci sarà a breve un bando e i ben informati tentano di chiudere al più presto corsi e master in sospeso.

I poveracci come me invece avvistano il bando sulla gazzetta ufficiale e passano poi giorni e giorni a refreshare spasmodicamente le pagine dei vari siti istituzionali in cerca di qualche parola di conforto.

Ma quando viene finalmente pubblicato ilbando inizia l’isteria vera e propria: la lettura del bando è paragonabile solo a quella della Bibbia e del Talmud, per lo studio dei particolari e la ricerca di significati simbolici.

Si procede quindi ad una esegesi parola per parola del testo, con conseguente creazione di pareri ed opinioni giurisprudenziali: è a quel punto che fioriscono sui forum e sui blog discussioni al limite della realtà su dettagli come firme, date, autocertificazione etc etc.

Capisci che la paranoia è giunta al limite solo quando alla posta passi 15 minuti a crucciarti sul dilemma: meglio busta di carta semplice o gommata (io sono per la gommata tutta la vita!).

Quando poi ti sembra (sembra sembra, non ti preoccupare che poi te ne verranno dei nuovi) di aver sciolto gli ultimi dubbi cominci a compilare, a notificare e autodichiarare. E a quel punto ti accorgi di quanto ti sei abituato a scrivere solo a computer e maledici quei burocrati che ancora non accettano le domande on-line.

Per ultimo vai alla posta e fai partire tutto. E a quel punto pensi in cuor tuo che il più è fatto. E in fondo cosa ti manca? Ah si solo una preselezione, 1/2 scritti e un orale…

Annunci

2 risposte a “Concorsando

  1. Che carino! E verissimo purtroppo. Le iscrizioni pubbliche in generale sono un incubo…. Com’è andato poi il concorso? O forse sarà tra 2 anni, anche quello è tipico!!!

  2. esatto!!!!! sarà tra tipo un anno!!!!!! intanto ho cominciato a propiziarmi gli dei con offerte di vivande e doni….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...