Fringe o frange?

Settimana nuova, vita nuova. E per dare una svolta ieri sera ho cominciato a vedere una nuova serie: Fringe.

Voi direte: “Sai che novità!?!?”. Sì, lo so, lo ammetto, nel mio caso non è proprio una novità: più o meno ne comincio a vedere una nuova più o meno ogni 3 settimane per poi stufarmi dopo poco. Che ci volete fare? I primi episodi sono sempre i migliori: la storia e la personalità dei personaggi sono più definite. Di norma però all’inizio della seconda serie (o nei casi migliori alla fine) la storia comincia a prendere “sbandate”, i personaggi perdono la bussola e lo spettatore inizia a non capirci più un fico secco. Per fare solo un esempio, e non dei peggiori, prendete Dirty Sexy Money.

Attenti spoiler in arrivo: quando Nick lascia la moglie per rimettersi con Karen, lo spettatore normodotato pensa: “Ma ti sei proprio rincoglionito? Ma allora ci hai preso in giro, fingendoti intelligente per tutte queste puntate, per poi dimostrare il contrario? Cioè di essere un perfetto imbecille?!?”.

Ora, io sono un’anima televisavamente semplice (o scarsamente complessa se preferite), mi va bene tutto: ho visto negli anni persino diverse puntate di Beautiful (non molte in verità- ma trovo che le soap “storiche” abbiano la comodità che anche se non le vedi 6 mesi, bastano cinque minuti e già sei in grado di ricostruire tutto!) tra i colpi di scena e coincidenze folli  (tipo quando Brooke ha casualmente donato un ovulo a Taylor etc etc), morte di un personaggio e suo ritorno (a solo beneficio dell’attore ovviamente come nel caso di Taylor), personaggi interpretati da diversi attori (Thorne, Bridget), nazionalità confuse (vedi Kabir Bhedi che fa lo sceicco arabo..sigh!).

Ma almeno i personaggi restano sempre loro. Mi spiego meglio: Brooke rimane la ruba mogli, Ridge il figo, Stephany la mente oscura che trama alle spalle di Brooke etc etc.

E’ una certezza, e se anche talvolta alcuni episodi hanno una trama quasi demeziale, uno lo sa e lo accetta. Spegne il cervello e si rilassa.

Ma da alcune serie non te lo aspetti proprio: ti hanno illuso di essere per gente sveglia. Ma poi ad un certo punto gli sceneggiatori si perdono e la trama va per fatti suoi. In realtà succede anche a molti film (il caso titpico è Woody Allen: soggetti iniziali brillanti ma parte centrale e finale un pò moscetti!).

Così io finisco per iniziare molte serie tv diverse ma per stufarmi presto e cambiare. Preferisco d’altronde tenere un bel ricordo (vedi anche O.C) che assistere alla debacle.

Fringe promette bene: dopo aver capito nel primo episodio che questo termine non indica un modello di capigliatura ma si riferisce ad una branca della scienza non convenzionale, capisci subito che se ti sono piaciuti gli X-files (senza però paragonare: Mulder e Scully sono sempre insuperabili!) forse puoi dargli una chance.

Forse. Almeno per qualche puntata. Speriamo.

Annunci

6 risposte a “Fringe o frange?

  1. Fringe è un ottima serie… ho seguito un paio di episodi e devo dire che è molto interessante :)… soprattutto perché parla di scienza non convenzionale 😀

  2. Fringe è bella all’ inizio ma dato che dopo poco le molli.. ti dirò che la mollerai… c’è un filone che si sviluppa lungo le stagioni, in realtà però le puntate sono una uguale all’ altra per lo più.. io l’ ho mollata dopo aver visto tutta la prima stagione, ho iniziato con la seconda ma ho visto che era sempre la stessa solfa e che mi stava annoiando… non è certo paragonabile a Lost!
    Io sono un’appassionata di telefilm, ne seguo tantissimi davvero =) anzi se vuoi qualche consiglio chiedi pure!

  3. Secondo me E.R. è durata 8 stagioni più del necessario.

  4. io negli ultimi 10 anni ho visto solo 3 serie: i soprano, dexter e boris. Tutto il resto (per me) è noia…

  5. “tipo quando Brooke ha casualmente donato un ovulo a Taylor”

    huahauah *muore*

  6. @afo e dublina sto continuando a vedere fringe….e per ora non mi ha deluso!
    @ simoene.liuzzi pure per me
    @ barabba io vedo normalmente dexter, boris, weeds, californication – tutte finora non mi hanno deluso
    @zeno brooke aveva donato degli ovuli e casualmente taylor che fa l’inseminazione ne riceve uno…chiamale coicidenze.
    comunque lo devi assolutamente vedere: questi fatti sono all’ordine della puntata (rapimenti, morti che rivivono, infermiere assassine etc etc)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...