Un test in un soffio

Oggi ho avuto la prova che, sebbene appartenente alla specie umana, io non sia troppo normale.

Per la solita gastrite, al modico prezzo di 17.94 euro (ho pagato con 20.95 euri dicendo subito, a scanso di equivoci:  “Guardi il centesimo lo può tenere”) sono andata in una semi-fatiscente struttura pubblica ospedaliera per fare l’UREA BREATH TEST, che ad oggi considero praticamente il test più figo che io abbia mai fatto. In assoluto.

Non ti devi spogliare (quindi niente problemi biancheria intima a orsetti), non ti mettono le mani addosso (e non c’è nulla di peggio del medico che ti fissa e tocca solo alcune parti anatomiche – peraltro che non c’entrano nulla con la visita in questione), non ti fanno l’anestesia (sempre dolorosa “al risveglio”).

Basta soffiare con una cannuccia tipo quella dei succhi di frutta in due fialette, poi si beve un liquido di contrasto (ed è proprio lì che ho dubitato della mia umanità: tutti dicono che è amarissimo mentre io l’ho trovato assai gustoso!). Quindi si attende 20 min. e poi si risoffia in due fialette. Finito. Tutto lì. Poi tra venti giorni mi diranno i risultati, che anche se non ci crederete spero siano positivi.

Come ho raccontato più volte, infatti, ho spesso la gastrite e quindi se scopro che è colpa dell’Helicobacter pylori mi fermo: niente più analisi. Se invece è negativo potrei essere trascinata in un turbine di diverse analisi tra cui purtroppo il mio spauracchio peggiore: la gastroscopia.

Sì perchè il pensiero di farmi infilare una cannula in bocca proprio non mi convince. Se proprio è necessario, debbono legarmi e poi darmi una botta in testa: il Valium è acqua.

Quindi attendo e incrocio le dita.

Ho dimenticato comunque di dire l’unica nota negativa del test (si non ci sono rose senza spine!): bisogna andare a digiuno senza neppure aver bevuto un caffè. Alle 9.30 un solo pensiero mi ha fermato dal mordere un paziente: che poteva avere qualche malattia.

Ho quindi aspettato per una colazione con un cornetto. Crema e pere. A mente fredda penso proprio ne sia valsa l’attesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...